Pat Foreste Demaniali

Logo stampa
 
Header_FD3
 
Siete in:  Home /  Pat Foreste Demaniali
 
 

» Foreste demaniali della Provincia autonoma di Trento

Sono le foreste di proprietÓ della Provincia, individuate come patrimonio indisponibile a favore di tutta la ComunitÓ Trentina, meritevoli di particolare tutela per l'elevato valore naturalistico e socio-culturale.

Per la loro importanza sono state incluse tra le "invarianti" del Piano Urbanistico Provinciale, in quanto elementi territoriali che costituiscono caratteristiche distintive dell'ambiente e dell'identitÓ territoriale da tutelare e valorizzare al fine di garantire uno sviluppo equilibrato e sostenibile.

Il nucleo storico delle foreste demaniali Ŕ concentrato nel settore nord-orientale del Trentino (foreste di Cadino, Paneveggio, San Martino di Castrozza, Valsorda e Valzanca) ma altre importanti proprietÓ sono collocate nell'area centro-meridionale della Provincia (Monte S. Pietro, Bondone, Scanuppia, Campobrun).

 
Approfondimenti

» Eventi e notizie

» Comunicati Stampa

  • Venerdý 20 gennaio, in occasione della festa di San Sebastiano, patrono di Cavalese e di Tonadico, Ŕ prevista la chiusura delle sedi del Servizio territoriale - ambito di Primiero e di Fiemme.
     
  • Si ricorda che venerdý 9 dicembre 2016 gli uffici provinciali saranno chiusi e il personale fruirÓ obbligatoriamente di un giorno di ferie. Lo aveva deciso la Giunta provinciale previa concertazione con le organizzazioni sindacali, come previsto dal contratto collettivo. Gli uffici provinciali riapriranno lunedý 12 dicembre.
     
  • ╚ online la mappa geotermica del Trentino. Il lavoro, presentato ieri durante un convegno tecnico alla Fondazione Bruno Kessler (FBK) di Trento, Ŕ frutto del progetto GEOTERM e consente di valutare dove sul territorio trentino sia pi¨ conveniente installare le pompe di calore geotermiche, sistemi che consentono di soddisfare interamente e in ogni stagione dell?anno i fabbisogni di riscaldamento, raffrescamento e acqua calda sanitaria degli edifici. Il risultato Ŕ stato raggiunto grazie alla collaborazione fra l'UnitÓ ARES (Applied Research on Energy Systems) di FBK, il Dipartimento di Geoscienze dell'UniversitÓ di Padova e il Servizio Geologico della Provincia autonoma di Trento.
     
  • Dopo 93 giorni di chiusura, sarÓ riaperta domani al traffico la strada statale 50 del Passo Rolle, in prossimitÓ del lago di Paneveggio, in localitÓ Forte Buso. La riapertura sarÓ consentita da una nuova galleria, della lunghezza di 557 m, che permetterÓ di bypassare la tratta di viabilitÓ lungo il lago, soggetta al rischio di crolli rocciosi imputabili alla presenza di una frana in continuo e lento movimento. Con la nuova galleria ? commenta l?assessore provinciale alle infrastrutture Mauro Gilmozzi ? diamo una prima concreta risposta ai problemi di viabilitÓ della zona, confermando gli impegni che ci eravamo assunti con le amministrazioni comunali e soprattutto con i cittadini. Adesso ? ha aggiunto ? stiamo lavorando per portare a compimento, nel pi¨ breve tempo possibile, l?intervento sulla strada provinciale tra Rolle e Malga Fosse. Un sentito ringraziamento - ha concluso Gilmozzi - va anche all'impresa che ha realizzato i lavori, che per accelerare la consegna dell'opera ha lavorato 24 ore al giorno, sette giorni su sette".
     
  • Lunedý 31 ottobre gli uffici della Provincia autonoma di Trento saranno chiusi al pubblico, in concomitanza con la festivitÓ di Ognissanti del 1░ novembre. Per il personale si tratta di una giornata di ferie obbligatoria. Restano assicurati i servizi di pubblica utilitÓ. Gli uffici provinciali riaprono al pubblico mercoledý 2 novembre.