Pat Foreste Demaniali

Logo stampa
 
Header_FD1
 
Siete in:  Home /  Pat Foreste Demaniali
 
 

» Foreste demaniali della Provincia autonoma di Trento

Sono le foreste di proprietā della Provincia, individuate come patrimonio indisponibile a favore di tutta la Comunitā Trentina, meritevoli di particolare tutela per l'elevato valore naturalistico e socio-culturale.

Per la loro importanza sono state incluse tra le "invarianti" del Piano Urbanistico Provinciale, in quanto elementi territoriali che costituiscono caratteristiche distintive dell'ambiente e dell'identitā territoriale da tutelare e valorizzare al fine di garantire uno sviluppo equilibrato e sostenibile.

Il nucleo storico delle foreste demaniali č concentrato nel settore nord-orientale del Trentino (foreste di Cadino, Paneveggio, San Martino di Castrozza, Valsorda e Valzanca) ma altre importanti proprietā sono collocate nell'area centro-meridionale della Provincia (Monte S. Pietro, Bondone, Scanuppia, Campobrun).

 
Approfondimenti

» Eventi e notizie

» Comunicati Stampa

  • Nella giornata di ieri il personale forestale e di custodia della stazione di Fondo, coadiuvato dai colleghi della stazione di Rumo e dell'Ufficio distrettuale delle foreste di Cles, hanno provveduto ad un controllo della raccolta dei funghi nei comuni di Castelfondo e Brez. L'operazione di vigilanza ha portato alla redazione di 28 verbali di contravvenzione per violazioni in materia di raccolta di funghi (quasi tutte per raccolta oltre i limiti consentiti) e di 3 verbali per transito non autorizzato su strade forestali. Si è proceduto inoltre alla confisca di 133 kg di funghi, quasi tutti porcini.

     
  • L'iniziativa promossa da Eusalp dove cresce la foresta di abete rosso

     
  • I violini nel bosco ferito dal maltempo. Quella in programma il prossimo 13 luglio nel Parco di Paneveggio è un?iniziativa simbolo di speranza e di rinascita, dopo la tempesta che si è abbattuta sulle foreste del Trentino a fine ottobre 2018. A promuoverla è Eusalp - la macroregione che comprende 48 territori di sette Paesi dell?arco alpino - in collaborazione con Provincia autonoma di Trento, Regione Trentino Alto Adige e Regione Lombardia che coordina l?organizzazione.

     
  • Domani su DMax, canale 52 del digitale terrestre ad ore 22.20, sarà in onda il primo episodio della serie "Undercut. L'oro di legno" dedicata al lavoro dei boscaioli nelle aree colpite dalla tempesta Vaia lo scorso 29 ottobre. La serie è stata ideata e prodotta dalla casa di produzione trentina GiUMa con il sostegno di Trentino Film Commission, sarà in onda a partire da martedì 11 giugno alle ore 22.20 sulla rete del gruppo Discovery; si tratta di 4 episodi da un'ora ciascuno per parlare di un mondo sconosciuto e difficile.

     
  • Per il ripristino e la sistemazione della rete sentieristica danneggiata dalla calamitā dell?ottobre 2018, la tempesta ?Vaia?, saranno assunti, in deroga al criterio dell'etā minima stabilito per le assunzioni stagionali nel ?Progettone?, disoccupati iscritti alle liste di collocamento o lavoratori autonomi non iscritti alla relativa gestione previdenziale che percepiscono un reddito presunto inferiore ai 4.800 euro all'anno. La decisione č stata assunta dalla Giunta provinciale in considerazione della particolaritā dei luoghi di lavoro e della tipologia degli interventi che i lavoratori andranno a svolgere. Il provvedimento, proposto dall?assessore allo sviluppo economico, ricerca e lavoro, prevede che le attivitā siano realizzate attraverso il Servizio per il Sostegno Occupazionale e la Valorizzazione Ambientale, mediante affidamento a cooperative di produzione e lavoro e ai loro consorzi. Le domande vanno presentate dagli interessati all?assunzione entro il 24 maggio 2019, al Centro per l?Impiego di riferimento. Al momento della domanda i lavoratori dovranno avere un?etā superiore ai 18 anni. Dovranno inoltre essere in possesso di esperienze professionali in ambito agricolo, forestale o edile o avere un percorso di studi inerente all?ambito agricolo-forestale, dovranno essere in grado di raggiungere autonomamente il luogo di lavoro ed essere in possesso di patente B.