Pat Foreste Demaniali

Logo stampa
 
Header_FD6
 
Siete in:  Home /  Pat Foreste Demaniali
 
 

» Foreste demaniali della Provincia autonoma di Trento

Sono le foreste di proprietà della Provincia, individuate come patrimonio indisponibile a favore di tutta la Comunità Trentina, meritevoli di particolare tutela per l'elevato valore naturalistico e socio-culturale.

Per la loro importanza sono state incluse tra le "invarianti" del Piano Urbanistico Provinciale, in quanto elementi territoriali che costituiscono caratteristiche distintive dell'ambiente e dell'identità territoriale da tutelare e valorizzare al fine di garantire uno sviluppo equilibrato e sostenibile.

Il nucleo storico delle foreste demaniali è concentrato nel settore nord-orientale del Trentino (foreste di Cadino, Paneveggio, San Martino di Castrozza, Valsorda e Valzanca) ma altre importanti proprietà sono collocate nell'area centro-meridionale della Provincia (Monte S. Pietro, Bondone, Scanuppia, Campobrun).

 
Approfondimenti

» Eventi e notizie

  • Baita Premessaria

    Paneveggio, Baita Premessaria, sabato 20 agosto 2016

    Cavalese, Palacongressi, domenica 21 agosto 2016


     
  • TERRAMARE: Il racconto del viaggio del legno dalle foreste alla laguna
    La Rete LTER - Italia, con il supporto della infrastruttura di ricerca LifeWatch - Italia, è promotrice della iniziativa itinerante di divulgazione scientifica Cammini LTER, percorsi tra siti di ricerca della Rete LTER - Italia. I Cammini LTER sono occasioni per conoscere il nostro Paese, le sue ricchezze e fragilità ecologiche, partecipando a iniziative e progetti di citizen science e analisi dell'ambiente. Tra giugno e luglio 2016 si realizzeranno QUATTRO "CAMMINI LTER.
    I quattro itinerari saranno eventi di comunicazione informale della scienza e della sostenibilità ambientale all'interno delle celebrazioni per i 150 anni della formulazione del concetto di Ecologia.

     

» Comunicati Stampa

  • Un lupo nell'area di Paneveggio e due esemplari in alta Val di Non: è stata documentata la loro presenza che, sottolineano gli esperti, non costituisce un pericolo per l'uomo. Proseguono inoltre le attività di informazione della popolazione, monitoraggio e prevenzione dei possibili danni.
     
  • Con una delibera firmata dall'assessore alle foreste Michele Dallapiccola, la Giunta provinciale ha provveduto oggi ad approvare una serie di modifiche a vari regolamenti attuativi della legge 11/2007 sulle foreste e la protezione della natura. ?Con questo provvedimento ? spiega Dallapiccola ? si sono introdotti elementi di razionalizzazione e semplificazione dell?attività amministrativa e della pianificazione forestale.?
     
  • La Giunta provinciale ha approvato stamane, su proposta dell'assessore all'agricoltura Michele Dallapiccola, i criteri, le modalità e le procedure per la concessione degli indennizzi dovuti per i danni causati dalla fauna selvatica diversa dai grandi predatori (orso bruno, lupo e lince) alle colture agricole nonchè dei contributi previsti per gli interventi di prevenzione dei danni causati dalla fauna selvatica alle colture agricole. "Prossimamente, con un'altra delibera - annuncia Dallapiccola - provvederemo ad approvare anche i criteri relativamente ai danni prodotti dai grandi predatori quali orso, lupo e lince".
     
  • Il 21 marzo è la Giornata Internazionale delle Foreste. Per celebrare questa ricorrenza e fare il punto sulla situazione in Trentino, con una particolare attenzione al rapporto tra foreste e acqua, il Dipartimento territorio, agricoltura, ambiente, foreste, della Provincia autonoma di Trento ha organizzato ieri sera al Muse un incontro, in collaborazione con l'Università di Trento. Negli ultimi 60 anni i boschi in Trentino sono, per vari fattori, migliorati: questo in estrema sintesi il contenuto della relazione di Alessandro Wolynski, direttore dell'Ufficio pianificazione, selvicoltura ed economia forestale del Servizio foreste e fauna della Provincia.
     
  • Sci e servizi all'avanguardia, stile e gusto italiano a cominciare dal cibo, tutela dell'ambiente e dei mestieri tradizionali: sono i temi dei servizi realizzati durante cinque intense giornate dal responsabile del canale viaggi dell?emittente Tv Nova Vladimír Kouba per una serie di reportage in vista della prossima stagione invernale