Pat Foreste Demaniali

Logo stampa
 
Header_FD8
 
Siete in:  Home /  Pat Foreste Demaniali / Il legno di risonanza / La filiera del legno di risonanza di Paneveggio
 
 

La filiera del legno di risonanza di Paneveggio

Gli Alberi che suonano ∫ ∫  sono la punta di diamante della Foresta demaniale di Paneveggio.


Il ciclo della Risonanza

I tronchi adatti, di grosse dimensioni, diametro maggiore di 50/60 cm, di età compresa tra i 150 e i 250 anni, selezionati direttamente nei boschi, forniscono il legno con le speciali e uniche caratteristiche della risonanza.

Per tradizione e per il riposo vegetativo delle piante in bosco, l’abbattimento è eseguito durante il ciclo di luna calante. I tronchi ottenuti sono selezionati ulteriormente e alcuni vengono immersi per qualche mese in acqua corrente  per migliorarne la qualità.

Tra le piante scelte, talvolta, vengono individuati tronchi che presentano le indentature, particolari introflessioni negli anelli di accrescimento che creano il caratteristico aspetto delle tavole armoniche, un tempo sinonimo inequivocabile di risonanza e di elevata capacità timbrica.

I tronchi, privati della corteccia e ridotti a sezioni regolari di diversa altezza, a seconda della misura della tavola armonica che si vorrà ottenere, daranno viole e violini, chitarre, violoncelli o contrabbassi.

Poi vengono spaccati manualmente per fenditura seguendo le fibra e la venatura e ridotte a spicchi  riposti in cataste all’ombra per 6-7 mesi, dove l’asciugatura del legno avviene in modo naturale.

Quindi il legno viene ulteriormente selezionato e collocato nell’essicatoio/xiloteca, dove rimane alcuni anni.

La gestione e la vendita del legno di risonanza è gestita dal personale qualificato della Stazione forestale demaniale di Paneveggio.

 

 

L’Attualità a Paneveggio in alcuni Numeri

Totale annuo legno tagliato4000m³
Circa 2000 piante
di cui Legno di Risonanza1%
per la produzione di 1500 violini
oppure600 chitarre

      

 

 
Approfondimenti